Capre caffè

LE ORIGINI DEL CAFFÈ

Ti piacerebbe sapere da dove viene il caffè e com’è diventato una bevanda così importante in tutto il mondo? Troverai la risposta qui sotto!

C’è una famosa leggenda relativa alle origini del caffè che narra di capre che ballano e monaci arrabbiati, interessante vero? Fai un balzo indietro nel tempo con questa ammaliante lezione di storia e goditi nel frattempo una tazza del tuo caffè filtro preferito.

Coffee Goats

LEGGENDA ETIOPE

La leggenda racconta che nel IX secolo un pastore di capre proveniente dall’Etiopia di nome Kaldi andò a cercare alcune delle sue capre che si erano smarrite, per poi ritrovarle e vederle saltellare energicamente qua e là e anche mangiare le bacche di un piccolo albero che non aveva mai visto prima. Chiedendosi quale potesse essere la causa di tale euforia, decise di provare lui stesso le bacche e, subito dopo averle assaggiate, percepì un’incredibile scossa energica in tutto il corpo. Dopo questa strabiliante esperienza, decise che avrebbe mostrato la sua scoperta al mondo.

Infatti, da lì a poco Kaldi portò le bacche in un monastero che sorgeva nelle vicinanze, ma i monaci disapprovarono questo frutto raro temendo che i suoi effetti potessero essere collegati a demoni o spiriti maligni. I monaci quindi procedettero a gettare le bacche nel fuoco, da cui però venne emanata una fragranza squisita che incuriosì e fece avvicinare le persone che erano nei dintorni.
Pensando che un così delizioso aroma non potesse essere collegato a nessuna entità malvagia, i monaci rimossero dal fuoco i semi tostati, che vennero poi macinati e messi in acqua, creando in questo modo la prima tazza di caffè nella storia.

Questa leggenda potrebbe sembrare un mero racconto di fantasia, ma sicuramente è un approccio interessante alle origini di questa bevanda. Una qualche verità in fondo c’è, come ad esempio la scoperta dell’effetto energizzante del caffè.

IL CAFFÈ COME BEVANDA

La prima prova credibile del consumo di caffè risale al XV secolo nei monasteri Sufi in Yemen.  Le drupe di caffè furono inizialmente portate in Yemen dall’Etiopia da commercianti yemeniti che avevano iniziato a coltivare la pianta. I Sufi utilizzavano questa bevanda ottenuta con chicchi di caffè per aiutarli a concentrarsi nelle preghiere o a restare svegli durante i rituali notturni.

Un manoscritto di Al-Jaziri traccia la diffusione del caffè dallo Yemen alla Mecca e Medina, e in seguito a Damasco, Baghdad, Il Cairo e Costantinopoli, che a quel tempo erano i più importanti centri mercantili del Medio Oriente. Dal 1500, in Egitto, Siria ed Istanbul iniziarono ad essere aperte quelle che oggi chiameremmo caffetterie, diffondendo così sempre di più questa bevanda e la sua cultura.

Dopo la diffusione delle caffetterie in Africa e nel Medio Oriente, il caffè approdò in Europa, cambiando il mondo intero un bicchiere alla volta. Cosa ne pensi delle origini del caffè? E cosa stavi bevendo mentre lo leggevi?

Lasciaci un commento qui sotto!

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati con *